Ora l’inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole (Shakespeare, Riccardo III)

Vuoi scoprire perché Rimini Summer Pride? Leggi qui!

Sostieni il Rimini Summer Pride! Anche le piccole donazioni sono il risultato di un grande pensiero.

Perché “Pride”, cioè orgoglio?

Perché il 28 giugno 1969 ha segnato lo spartiacque di come le persone gay e lesbiche hanno cominciato a percepirsi nella società. Non più succubi, non più “sbagliati”, non più emarginati ma da quel giorno sempre più cittadini a pieno titolo, sempre più parte piena e degna della società. Molti Paesi, a partire dalla Danimarca nel 1989, hanno riconosciuto questa dignità legittimando e dando diritti a forme di convivenza accessibili alle famiglie omosessuali e omogenitoriali. Da allora molta strada è stata compiuta, e in molti Paesi occidentali in Europa e nelle Americhe ormai è riconosciuta la piena uguaglianza matrimoniale per ogni tipo di famiglia.

È arrivato il momento anche per l’Italia di passare dall’inverno della completa assenza di diritti per le persone Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali e Intersessuali (LGBTI) a una stagione di riconoscimento delle famiglie omosessuali e omogenitoriali con lo strumento delle unioni civili. Uno strumento imperfetto e incompleto, privo di tutele per i figli delle famiglie omogenitoriali, ma che segna una base fondamentale di tutela e riconoscimento.

L’orizzonte cui tutte e tutti noi guardiamo, e per cui manifestiamo e lottiamo ogni giorno, è però la completa parità di tutte le famiglie e di tutte le persone senza ulteriori specificazioni, una parità che deve essere legale, sociale e culturale.

La stagione dei diritti

In nessun momento come in questo si può cambiare in meglio le vite di milioni di gay e lesbiche, bisessuali, transessuali e intersessuali di questo Paese e dei loro amici e familiari. Molte aziende hanno deciso di fare la loro parte, dichiarando il loro sostegno alle politiche di riconoscimento e tutela delle persone LGBTI, per esempio Google, Coop, Ikea, Coca-Cola, Absolut, Ceres, Mentos, Star, Yamamay, Orogel e molte altre.

Noi abbiamo deciso di metterci la faccia promuovendo un evento culturale del tutto originale nel panorama Europeo. Il Summer Pride infatti è il primo gay & lesbian Pride generalista europeo con un carattere distintivo. Dipinge il quadro delle richieste di riconoscimento delle persone e delle famiglie LGBTI con le tinte calde dell’estate e coi contorni dei suoi tratti simbolici. È al tempo stesso innovativo e tradizionale, identitario e inclusivo, perché pur sostenendo la sua posizione LGBT la associa alla naturale apertura, leggerezza e spensieratezza estiva. Il Summer Pride è perciò prima di tutto una festa aperta a tutti, la festa degli spiriti liberi; è un evento culturale e musicale di alto sentimento che vuole innescare un nuovo modo di chiedere diritti e riconoscimenti.

Poesia, azione, sogno, realtà

Rimini è indiscutibilmente la capitale europea di questa idea di estate, una meta simbolica per generazioni di persone da tutto il mondo. È la città di “Amarcord” e luogo di nascita di Federico Fellini; è il posto dell’amore tormentato e fatale tra Paolo e Francesca cantato da Dante; è una città fondamentale nella storia. Rimini possiede inoltre, insieme a millenni di storia e cultura, una capacità ricettiva turistica di prim’ordine.

Il programma prevede la parata del Summer Pride il 30 luglio. La parata sarà naturalmente sul lungomare e in orario serale, e si concluderà con un evento musicale affacciato sul mare. Gli spettacoli finali saranno in sintonia con lo spirito del Summer Pride e avranno un carattere leggero e festoso, ma sarà allo stesso tempo una presa di posizione netta e forte a favore della libertà e dell’uguaglianza; reclamerà diritti e dignità col potere universale della musica

Lo spirito dell’iniziativa

A emblema della disposizione universale all’evento, il Comitato organizzativo è composto di persone di entrambi i sessi e di tutti gli orientamenti sessuali che si sono aggregati intorno alla proposta iniziale di Arcigay Rimini. Sono professionisti che mettono a disposizione le loro competenze e il loro talento per la migliore riuscita del Rimini Summer Pride.
È una festa che inneggia alle libertà e invita chiunque, riminesi, turisti, giovani, anziani e tutte le famiglie. Tutti sono invitati a festeggiare e sorridere insieme a noi. Eventi di questo tipo intendono fare la differenza e contribuire al benessere e alla serenità di tante persone e imprimere una svolta culturale all’Italia in una direzione più accogliente, rispettosa e all’insegna della libertà di essere se stessi.

Il Pride tuttavia non coincide e non si esaurisce con la parata. Sono anche previsti altri eventi culturali connessi come incontri, presentazioni di libri, feste e altri eventi che possano arricchire di cultura e divertimento l’evento centrale.

Eventi di questo tipo – basandosi sull’esempio degli alti contenuti culturali e artistici – crediamo potranno fare la differenza e contribuire al benessere e alla felicità di tante persone e imprimere una svolta culturale all’Italia in una direzione più accogliente, rispettosa e all’insegna della libertà di essere se stessi.

Come scrisse Camus: “La poesia provoca l’azione, e il sogno la realizza”. E Rimini è la città dove i sogni possono diventare realtà.